TALENTI


Chimica d'artista

Materiali naturali, oli purissimi e un tocco di creatività. Liza Witte è partita dalla storia, delle prime bottiglie di profumo di inizio Ottocento, quando le fragranze erano conservate in boccette disegnate da René Lalique e Émile Gallé. Oggi firma collezioni di saponi esposte nei musei di tutta Europa

Each perfume has a story to tell. It speaks of encounters, memory, bodies, travels and of emotions. "Nothing is more memorable than a smell" wrote the English poet Diane Ackerman. "A perfume can be unexpected, momentary and fleeting and yet evoke a summer of our childhood on a mountain lake". A fragrance is an alchemy. Whoever designs it has a deep knowledge of plants, flowers and chemistry, knows perfectly well the olfactory reactions on the skin, the persistence of a smell in an environment.

A perfume designer is able to identify desires by interpreting the characters of the people who often express themselves through the fragrance they wear. Liza Witte defines herself as an artist and perfumer. We are meeting her in Amsterdam where she relocated from a small village in Germany.

The Silhouette Collection, seemingly as lasting and solid as its glass predecessors, is in reality like perfume itself: ephemeral and sensuous, fading with time and use. As with perfume (from “per fumum” meaning ‘through smoke’) these monuments of smell prove to be transient, eventually dissolving into air

Lize Witte in her Amsterdam laboratory.

Silhouette Collection presentata sotto cupole di vetro. Saponi da esporre, usare quotidianamente o per profumare ambienti.

Ogni profumo ha una storia da raccontare. Parla di incontri, ricordi, corpi, viaggi ed emozioni. "Niente è più memorabile di un odore" ha scritto la poetessa inglese Diane Ackerman. "Un profumo può essere inatteso, momentaneo e fuggevole e tuttavia evocare un'estate della nostra infanzia su un lago di montagna". La fragranza è un'alchimia. Chi la progetta ha sapienza botanica e chimica. Conosce le reazioni olfattive sulla pelle e la persistenza di un odore in un ambiente.

Un designer di profumi è in grado di identificare i desideri interpretando i caratteri delle persone, che spesso si esprimono attraverso la fragranza che indossano. Liza Witte si definisce artista e profumiera. La + incontriamo ad Amsterdam, dove si è trasferita da un piccolo villaggio in Germania.

Piaceri dell'olfatto transitori che si dissolvono nell'aria. I cinque flaconi di Silhouette Collection, apparentemente solidi come i suoi predecessori in vetro, sono in realtà il profumo stesso: effimeri e sensuali sbiadiscono con l'uso e il tempo

Liza Witte nel suo laboratorio di Amsterdam.


Qual’è il tuo background?

All’inizio della mia vita ero una ballerina: una carriera interrotta a causa di un infortunio che mi ha riportato da dove provenivo. Così sono tornata a occuparmi di quello che avevo sempre fatto fin da bambina: creare le cose con le mani. Sono nata e cresciuta in Germania, in un paesino, circondato dai boschi e dalla campagna. I miei nonni coltivavano giardini fantastici e facevano tutto da soli: semina, raccolti, cura. Un’ossessione per il dettaglio che ho trasferito nella ricerca di materiali. Sono davvero ossessionata dalla materia, dalle sue trame e dalle mille declinazioni. Dieci anni fa, ispirata dalle boccette di profumi di Gallé e Lalique, mi è venuta l'idea di creare Silhouette Collection: una sintesi tra forma e materia.

Da quel momento il profumo è diventato il mio materiale e il mio taccuino. Non avevo intenzione di creare un brand, ma in qualche modo è successo: sono diventata dipendente dalla produzione di sapone, ho smesso di acquistare prodotti e ho imparato a realizzarli da sola. Avevo molti oli, oli essenziali. Prima li ho prodotti per me, poi per gli amici, oggi per tutti gli appassionati..


Quando hai scoperto il mondo del sapone?

Come ballerina dovevo fare la doccia almeno due volte al giorno, prima e dopo il lavoro. Avevo sempre la pelle secca, eruzioni cutanee e macchie rosse a causa di saponi o gel doccia generici ed ero costretta a usare molto latte per il corpo. Le bottiglie di plastica non mi sono mai piaciute, figuriamoci nel mio bagno. Ho persino rimosso le etichette per avere un impatto più minimalista.

Poi ho scoperto alcuni saponi naturali di qualità e ho iniziato a collezionarli duranti i viaggi, principalmente nel Mediterraneo o ad Aleppo. Silhouette Collection è il risultato di tutte queste esperienze alle quali si è aggiunto anche un pensiero rivolto alla Terra: oggi è davvero importante evitare il più possibile gli imballaggi in plastica. Saponette e barrette shampoo sono una buona soluzione per proteggere l'ambiente: possono essere confezionate nella carta, si trasportano facilmente e scompaiono senza lasciare traccia.


Secondo te qual è il rapporto tra moda, interior design, arte, i profumi e la creazione di saponi?

Per me, tutto ruota attorno al materiale e alla sua texture: fondamentale che ogni prodotto abbia un'anima, un carattere definito. Il segreto sta nel creare con personalità. Tatto, movimento, durata e racconto, come ho sperimentato facendo la ballerina, sono ingredienti indispensabili per dare vita a qualcosa di senso. Le mie esperienze passate si sono trasformate in prodotti che irradiano, circondano, incarnano e migliorano il quotidiano. Raccontano storie che piano piano diventano uniche, legate a momenti della vita personale di ognuno. E alla fine scompaiono. Ho spesso collaborato con artisti e designer per creare installazioni e performance. Qui è indispensabile realizzare profumi o oggetti capaci di superare i confini tra le persone, tra le persone e lo spazio e tra le persone e gli oggetti. Mi occupo ancora di performance. L’ultima è incentrata sulla memoria: evoco il ricordo del profumo di una persona che se n'è andata da tempo.


Come crei una fragranza?

Inizio selezionando gli ingredienti - crudi, autentici o imperfetti, insoliti, sempre di qualità. Devono avere anche un altro requisito: essere semplici. Immagina tutto quello che puoi guardare a lungo senza annoiarti o raccontare una storia mantenendo vivo l'interesse degli ascoltatori dall'inizio alla fine. La stessa cosa deve succedere per i miei saponi. Mi concentro su materiali buoni perché devono accompagnare le persone senza diventare fastidiosi e stucchevoli. Il mio campo d’azione sono i profumi, gli oli per il corpo, le fragranze per ambienti e i saponi, tutti unisex. Mi piace quando le persone condividono gli stessi odori. Alla selezione delle essenze si unisce il fattore tempo. Il mio lavoro richiede pazienza, perché è completamente eseguito a mano e io produco in piccole quantità. Silhouette Collection, ad esempio, viene realizzata su ordinazione e ci vogliono due settimane dall'ordine alla consegna.


Qual è la differenza tra le tue collezioni?

Contengono svariate note botaniche di oli essenziali. Non solo, ma aggiungo anche estratti, macerati, argille, erbe, latte, coloranti o additivi naturali come il carbone che funge da detergente. Non utilizzo coloranti artificiali, additivi, conservanti e simili.

Alcuni oli essenziali creati da Lize Witte. Sopra, Jux, Handmade Fragrance Übermut.

Le mie creazioni sono qualcosa tra il botanico e il floreale, ma tutti sono comunque contraddistinti da una delicata fragranza.



Com'è nata Silhouette Collection?

Di solito lavoro con significati doppi o stratificati. Mi piace che le cose non siano come appaiono e che, grazie al contrasto dei materiali, le percezioni cambino. Silhouette Collection è un paesaggio effimero di profumo solido dove le bottiglie che sembrano di vetro o di ghisa, sono in realtà fragili, morbide ed effimere. Volevo creare un oggetto per i sensi, un'esperienza visiva, olfattiva e tattile che avesse una funzione e fosse allo stesso tempo riciclabile: in questo caso l'oggetto svanisce quando lo usi. Cercavo una forma che fosse anche contenuto. I flaconi di Silhouette Collection non sono copie, ma un omaggio a bottiglie dei tempi passati. Anche la scelta del colore ha un significato preciso: il nero per me corrisponde all'essenziale e, per realizzare delle icone, è perfetto. Silhouette significa anche ombra, mentre "profumo" significa "attraverso il fumo". È una serie di cinque bottiglie di profumo scolpite nel sapone nero. A ogni bottiglia corrisponde una fragranza. E ogni flacone, come una scultura da esporre, funge anche da profumo per ambiente oltre che da sapone per il corpo.

A sinistra. Olio di Neroli per il corpo. Un elisir intenso, fresco e fragrante Timber, Una nota profonda e matura di cedro e legno di Gujak con calde tonalità ambrate e leggermente affumicate

A destra: Scrub al sapone di caffè. Tutte le etichette sono scritte a mano.

Silhouette Collection ruota attorno al concetto di effimero. Per una mostra allestita in un museo a Berna ho costruito un dispositivo nascosto in una colonna che ne provocava la fusione. L'idea è stata quella di far sciogliere dal vivo diverse collezioni di Silhouette, in modo che diffondessero la loro fragranza nello spazio e apparissero nella loro fluidità: da oggetto solido a stato liquido. Questo ha creato un paesaggio nero e profumato che dava l'idea di navi che affondano in acque scure.



Prossimi progetti?

Sto lavorando a due nuovi profumi e a un progetto sull'incenso. Inoltre, sto sperimentando la ceramica nera: sul mio sito troverete presto le nuove creazioni.


Quanto dura la fragranza di un sapone?

Può durare molti mesi, dipende come la conservi.

Un flacone di Silhouette Collection conservato sotto la cupola di vetro mantiene la sua fragranza per anni. Con il tempo, l'esterno diventerà più denso e il profumo rimarrà solo all'interno della bottiglia. Ma se decidi di usare il sapone, anche dopo diversi anni ti regalerà un'esperienza di doccia molto profumata.


Quali sono le tue fragranze più vendute?

In generale le persone amano il cardamomo, il latte bruciato e l'olio per il corpo al patchouli verde. Gli italiani amano il neroli. Tra i saponi i miei migliori "successi" sono Rhazul, Vetiver Mint e Opatcho. In ogni modo la preferenza per un profumo è qualcosa di personale.


Opatcho Canon Ball Soap. La bomba: 600 gr di sapone profumato alle fragranze di arancia e Patchouli.


Sapone Opatcho nero. Viene prodotto in piccoli lotti, secondo il metodo tradizionale a freddo e non contiene conservanti, coloranti artificiali o prodotti di origine animale.