DRINK DESIGN FIORI FONDAZIONI FASHION URBAN LIFE ARCHITETTURA FOOD ATELIER ARTE LETTURA PASSEGGIARE

Quando cammini per Milano, qui non si passeggia, si è spesso presi dai propri pensieri e si guarda altrove, marciapiede, semaforo, telefonino. Di solito si cerca di raggiungere la destinazione il più velocemente possibile. Ma, quando si recupera il proprio tempo, qualche minuto prima di un appuntamento, si è innamorati, è una meravigliosa giornata - “… quel cielo di Lombardia, così bello quand’è bello, così splendido, così in pace.” Mai Manzoni fu più oggettivo -, ci si accorge di essere in una città antica e dinamica, capace di convivere con il passato, ma con uno sguardo sempre rivolto a un futuro dialettico, eclettico e colto proiettato verso qualcosa che non conosciamo. Milano si muove e si trasforma, in fretta e con sobrietà, consapevolezza e rigore. Attraversandola si riscoprono luoghi conosciuti e luoghi mai frequentati. Basta una breve passeggiata nei quartieri milanesi, anche periferici, per rimanere stupiti da qualcosa di inaspettato. Certo la Milano importante, il Duomo, Santa Maria delle Grazie, la nuova piazza Gae Aulenti e il vicino Bosco Verticale, il Pirellone

(austero esempio di modernità), il nuovo campus dell’Università Bocconi, sono presenti, ma la bellezza di scoprire la piccola gelateria di quartiere o la libreria sopravvissuta a tutto resta impagabile. Da buoni segugi e senza alcuna velleità scientifica, abbiamo selezionato alcuni indirizzi per scoprire nuovi spazi, fisici, mentali e, parlando di Milano, storici.


Avanti, indietro, avanti tutta. / Città studi

La Liberia Cento Fiori nasce nel 1975, un altro secolo, e si specializza in psicologia (prima libreria milanese con questa vocazione). Dopo uno stop fisiologico riapre in grande stile ampliando l’offerta mantenendo però un’attenzione particolare verso le piccole case editrici indipendenti. Capita di entrare per cercare il best seller e perdersi nella ricchezza delle proposte per uscirne pieni di libri che mai avremmo saputo dove cercare. Sarete stupiti da quante sorprese “milanesi” a partire dal logo disegnato da Barbara Calanca. Piazzale Dateo 5 tel. 02/36577757

Bagni Misteriosi

Una volta c’era la Caimi, piscina comunale della zona. Per volontà di Andrée Shammah e il progetto curato da Michele De Lucchi sono nati i Bagni Miseriosi, spazio di grande fascino che propone attività culturali. Adiacente al Teatro Franco Parenti è uno spazio amatissimo dei milanesi. Durante l'estate le due piscine sono aperte al pubblico, anche per eventi privati.

> www.bagnimisteriosi.com

P.TA ROMANA + CORVETTO

Spazio all’arte

Progettata dallo studio OMA fondato da Rem Koolhaas, la Fondazione Prada combina edifici preesistenti e tre nuove costruzioni tra cui la torre di nove piani che ospita anche un ristorante con vista sulla città. Tra collezioni permanenti e mostre temporanee da non perdere il lavoro site-specific Grotto di Thomas Demand e il bar disegnato da Wes Andersen. C’è anche un laboratorio per bambini. Dedicato alla fotografia è invece l'Osservatorio, altro spazio espositivo in città, affacciato sull'Ottagono nella storica Galleria Vittorio Emanuele II.

> www.fondazioneprada.org

Riviste indipendenti

Fotografia, arte, moda, design, musica e letteratura erotica in oltre 250 magazine internazionali accuratamente selezionati. Reading Room è un luogo d’incontro per appassionati, ma anche per chi ha solo il desiderio di sfogliare una rivista d’avanguardia.

> www.readingroom.it

Eleganza minimalista

Per una ricerca contemporanea tra moda, arte e cultura d’avanguardia il sofisticato atelier di Fabio Quaranta presenta Montesalieri, collezione di abiti da uomo e per un armadio femminile androgino. Su appuntamento.

> www.fabioquaranta.it

P.TA GENOVA

Editoria per il design

Gli spazi di via Savona offrono una selezione, nazionale e internazionale, di libri di design, architettura, arte, fotografia, moda, grafica oltre ai titoli editati dalla casa editrice. Grazie al passato sodalizio di Corraini Editore con Bruno Munari, un’attenzione particolare è dedicata al mondo dei libri d’artista per bambini. In vendita anche oggetti e piccoli complementi d’arredo.

> www.corraini.com

Un silos per la moda

Nell’ex magazzino di granaglie - da qui il nome - ristrutturato da Giorgio Armani trova sede la storia professionale del grande stilista. Una collezione permanente suddivisa secondo le tematiche che continuano a influenzare le sue creazioni. Diverse aree espositive per mostre temporanee, un caffè affacciato sulla corte interna e un archivio digitale completano lo spazio. Tutto da scoprire.

> www.armanisilos.com

Un bicchiere da Bulloni

Un'ampia scelta di vini e liquori pregiati e qualche tavolo per degustare un bicchiere in tutta tranquillità accompagnandolo con ottimi stuzzichini. Da ammirare le opere del maestro futurista Enrico Prampolini che dal 1923 fanno da sfondo al bancone.

> www.bottiglieriabulloni.it

Bottega del vino

Pochi tavoli sul marciapiede – e alcuni all’interno - sono sempre occupati da chi ama bere un buon bicchiere di vino. La Coloniale, ricercata enoteca con più di 1.000 etichette e un’offerta di gourmandise per tutte le esigenze è l’indirizzo giusto per chi non si accontenta della prima scelta.

> www.lacoloniale.com

Backstage del Teatro alla Scala

I Laboratori-Atelier Teatro alla Scala sono riuniti presso l'ex insediamento industriale delle acciaierie Ansaldo. Un'imponente struttura divisa in tre padiglioni capace di ospitare la maggior parte delle lavorazioni artigianali degli allestimenti scenici. Qui oltre a essere custoditi più di 60.000 costumi, sono presenti le sale prova per il coro e la regia. Si organizzano visite guidate su prenotazione.

> www.teatroallascala.org/it/ laboratori/ansaldo.html

Una base per la cultura

All’interno dell’ex-Ansaldo, uno dei più importanti progetti di rigenerazione urbana in Europa, c’è Base, 12.000 mq di laboratori, spazi per esposizioni, spettacoli, workshop, conferenze, una grande sala studio e una residenza d’artista. Più un bistrò e casaBase, albergo a costi contenuti, ma ricercato e d’atmosfera, creato mescolando stili, pezzi vintage e prototipi di design.

> www.base.milano.it

TICINESE

Una pausa tra le rovine

Un parco archeologico che conserva i resti di un anfiteatro romano. Un luogo di pace dove concedersi una pausa. Annesso Antiquarium Alda Levi (seguì i primi scavi nel 1936), ex convento monacale, attualmente sede della Soprintendenza per i Beni Archeologici della Lombardia. Aperto al pubblico.

> http://www.parcoanfiteatromilano.beniculturali.it/

Artigiano del bronzo

Da quattro generazioni realizzano complementi d’arredo in ottone e in bronzo. Accessori per la stanza da bagno, maniglie, placche vengono riprodotte secondo gli originali o proposte in diversi stili. Un mondo antico capace di essere ancora indispensabile per le abitazioni contemporanee.

> www.caratibronzista.com

Le polveri

Nei 50 mq di Aurora Zancanaro ristrutturati da Marina Sinibaldi ci si nutre della magia della panificazione d’eccellenza. Qui tutto è impastato con lievito madre e farine che provengono da piccoli mulini artigianali. Pani, pizze in pala, pan brioche, biscotti dolci e salati di altissima qualità sono sfornati quotidianamente. Ottimi il panettone e la colomba.

> www.lepolveri.com > www.marinasinibaldibenatti.com

La religione a regola d’arte

I Chiostri di Sant’Eustorgio sono un simbolo della storia della chiesa ambrosiana. Dal 2016 rappresentano anche un complesso museale – vi fanno parte la Basilica di Sant’Eustorgio, il Museo della Basilica di Sant’Eustorgio e il Museo Diocesano Carlo Maria Martini. Diverse le iniziative culturali anche a tema religioso.

> www.chiostrisanteustorgio.it

Un’amicizia alchemica

Tra i vezzi delle milanesi c’è quello di mescolare pietre purissime e semplici fedine. I gioielli di Marta Caffarelli e Viola Naj Oleari sono essenziali, minuti quanto speciali. Nascono come racconti e prendendo ispirazione da ciò che ci circonda: la natura, i figli, le parole, i segreti, gli animali, le radici. L'Atelier VM gioielli dal 1998.

> www.ateliervm.com

Più di una libreria

Verso è una libreria-laboratorio con bar annesso per offrire itinerari di lettura e occasioni di incontro. Luogo ideale per fare una sosta, organizzare un appuntamento di lavoro sorseggiando un caffè, una tisana o un bicchiere di vino. Oltre alla presentazione di libri, incontri tematici, letture ad alta voce, corsi, serate di cabaret e teatro.

> www.libreriaverso.com

La Fiorentina

Il fiore all'occhiello è la pizza al trancio - pasta alta, croccante, gustosa più o meno farcita - servita a fette appena sfornate dal forno rigorosamente a legna. In un ambiente anni Settanta il menu propone anche piatti preparati artigianalmente con attenta scelta degli ingredienti, secondo la tradizione toscana. Ottimo il vitello tonnato. Dal 1927.

> www.anticapizzeriafiorentina.it

Nella Chiesa Rossa

Terminata nel 1932 su progetto dell'architetto Giovanni Muzio, apparentemente è una chiesa scarna negli addobbi e nello stile. Dal 1997 grazie all'interessamento del Dia Art Foundation e Fondazione Prada, ospita permanentemente Untitled opera ultima del minimalista Dan Flavin, terminata due giorni prima la sua morte nel 1996. Da vedere.

> www.fondazioneprada.org/project/chiesa-rossa/z > www.parrocchiachiesarossa.net

Atelier delle idee

Uno spazio minuscolo dalle ampie prospettive culturali. Mega è un luogo dove dialogano arte, architettura, design, musica, fotografia, editoria e cinema.

> www.megamegamega.it

WAGNER

Archivio Gio Ponti

Gio Ponti Archives ha sede nello studio del grande architetto, edificio da lui progettato e abitato in via Dezza 49. È una banca dati, fondata sui materiali fotografici provenienti dallo studio Ponti, riordinati dalla figlia Lisa, in occasione dell'edizione del suo libro "Gio Ponti, l'opera". Importanti integrazioni sono state effettuate da Salvatore Licitra dal 1996 in poi.

> www.gioponti.org

Sapori mediorentali

Il miglior hamburger di Milano si trova qui. Ed è pure kasher, cioè fatto con ingredienti selezionati adatti anche alla dieta ebraica. Denzel è un locale di piccole dimensioni arredato con gusto. Ampia la scelta del menu che comprende anche pesce e ricette vegetariane.

> www.denzel.it

La trattoria di una volta

Tagiura nasce nel 1963 come bar con biliardo. Poi l’arrivo degli uffici ha portato all’apertura del ristorante. Offre taglieri di affettati e formaggi di capra per gli aperitivi. Un menu alla carta è servito a cena. Ottime le paste fresche e i risotti.

> www.tagiura.it

CENTRO

Un drink in Galleria

Il locale preferito da Verdi e Toscanini dopo teatro, da Dudovich e Carrà che vi facevano le ore piccole, da Re Umberto I perché “il caffè era il più buono della città. Umberto Boccioni lo ritrasse nel famosissimo Rissa in Galleria. Oggi il Camparino, luogo d'incontro intriso di storia e cultura, più che un bar è un emblema della città dove lo stile è inconfondibile. Da provare il Campari shakerato.

> www.caffemiani.it/it/

Le Pipe di Noli

Bottega storica in Galleria Vittorio Emanuele offre una selezione dei migliori articoli per fumatori: pipe nuove, pipe rodate, sigari e accessori. I tabacchi vengono conservati in appositi humidor per garantirne aroma e freschezza. Ora anche un assortito shop online.

> www.nolipipe.it

Architettura nascosta tra i bouquet

Se volete regalare un mazzo di fiori importante Redaelli è l’indirizzo giusto. Nella storica sede di via Manzoni, disegnata da Guglielmo Ulrich, la scelta floreale non è mai banale. Piccoli scrittoi invitano alla compilazione dei biglietti.

> www.angeloradaelli.business.site

Fondazione Achille Castiglioni

Tutto è rimasto come ai tempi del grande Maestro. Gli scaffali pieni di oggetti, di libri, di prototipi. Dietro c’è la regia degli eredi che hanno archiviato tutti i lavori e i materiali attinenti alla proficua attività dei Castiglioni. Periodicamente vengono organizzate mostre, conferenze e lecture a tema.

> www.fondazioneachillecastiglioni.it

Corrente

Nella Casa delle Rondini, con la facciata interamente decorata da maioliche policrome a opera di Ernesto Treccani ha sede la Fondazione Corrente che conserva una biblioteca specializzata e diversi fondi archivistici del '900. Ricco il programma di mostre e conferenze che spaziano dalla filosofia politica all’estetica, dalla storia dell’arte all’urbanistica, dalla psicoanalisi alla letteratura, dal teatro alla fotografia.

> www.fondazionecorrente.org

Dialogo nel buio

A Milano l'Istituto dei Ciechi accoglie e assiste gli ipovedenti. Da qualche anno è stato istituito il percorso esperienziale Dialogo nel Buio, una mostra in totale assenza di luce dove i visitatori per esplorare gli ambienti devono affidarsi esclusivamente agli altri quattro sensi. Su prenotazione.

> www.dialogonelbuio.org > www.istciechimilano.it

La rotonda dei bambini

In stile barocchetto eretto alla fine del 1600 è nato come foppone dell’ospedale Ca’ Granda. Oggi è uno spazio verde aperto al pubblico sede di mostre temporanee ed eventi culturali. Ospita il primo museo per bambini della città (MUBA). > www.lombardiabeniculturali.it/ architetture/schede/LMD80-00207/

Amore per l’arte

Nata dalla volontà di Giorgio Carriero, l’omonima fondazione ha la peculiarità di non esser legata a una collezione privata, ma esplora frontiere inedite. Una realtà dedicata agli appassionati, ma anche un luogo di incontro e riflessione sull'arte dei nostri tempi. Uno spazio che porta il segno dell’amica Gae Aulenti.

> www.fondazionecarriero.org/it/

Guardare la volta celeste

“Incluso nell’organismo della metropoli e in pari tempo appartato”. Così lo descrive l’architetto che lo ha progettato, Piero Portaluppi. Il planetario inaugurato nel 1930 è nato dalla volontà dell' italo-svizzero Ulrico Hoepli, fondatore dell’omonima casa editrice specializzata in testi scientifici che regalò questo piccolo gioiello alla città. > www.lofficina.eu

Eleganza e ricerca

Nina Yashar si occupa di design da sempre. Le sue gallerie sono tappe obbligate per gli appassionati di progetti d’autore. Organizza mostre a tema, pubblica libri e segue diversi designer. Le vetrine di via Spiga sono sempre di forte impatto visivo e di altissima ricerca. Nel Depot di via Jenner, ex spazio industriale ristrutturato dall’architetto Massimiliano Locatelli, collezioni diverse occupano i piani dello spazio: davvero scenografico. Da vedere.

> www.anacondamilano.com

Aristocrazia d’altri tempi

Io sono l'amore, film diretto da Luca Guadagnino, ha portato alla ribalta la villa progettata nei primi anni '30 dall’architetto Piero Portaluppi. Nella residenza circondata dal silenzioso giardino nel centro città si respira ancora intatta l’atmosfera della Milano tra le due guerre. Custodisce strepitosi capolavori d’arte. Per volontà delle sorelle Necchi è aperta al pubblico ed è gestita dal FAI, Fondo Ambiente Italiano.

> www.fondoambiente.it/luoghi/ villa-necchi-campiglio

Una scultura per cappello

Un’officina creativa dove si confezionano cappelli con disegni fantasiosi, piccole e poetiche sculture da indossare su misura. Dalle mani dell’hat designer Antonina Nafi De Luca vengono anche rivisitati pezzi vecchi e inutilizzati. Un indirizzo da non perdere per le appassionate di copricapi e turbanti a tiratura limitata. > www.altalen.it

Un po’ di storia

Costruito nel 1695 dopo il crollo della chiesa a fianco, l'Ossario degli Innocenti, così denominato dai milanesi, nasce quando il vicino cimitero non riusciva più a contenere i defunti. Vennero qui traferire le ossa nella chiesa preesistente dedicata alla passione di Maria Vergine, San Sebastiano e Sant'Ambrogio. Un luogo di culto e venerazione nella storia della città.

> www.sanbernardinoalleossa.it

Il chiosco

Sembra un chiosco come tanti altri. In realtà questo piccolo spazio ì vicino al quadrilatero della moda, oltre a offrire una selezione di fiori ricercati e di altissima qualità, svolge un'attività di progettazione, design e allestimento di ambienti, utilizzando composizioni decorative dal grande effetto.

> www.fioraiomilano.com/fioraio-san-babila-milano/

L’arte da conoscere

Una vera istituzione nel mondo dell’arte contemporanea. Da più di 30 anni gioca un ruolo fondamentale introducendo artisti italiani nel mondo e mostrando lavori di firme internazionali negli spazi milanesi. Recentemente ha aperto in uno splendido appartamento progettato da Piero Portaluppi un nuovo spazi espositivo che si aggiunge a quello in piazzetta Belgioioso. Londra, Hong Kong e Parigi sono le atre città dove ha aperto spazi espositivi. A questi si aggiunge VSpace, una galleria virtuale in tempo di Covid

> www.massimodecarlo.com

Scarti d’autore

Luisa Cevese si è formata nel mondo del tessuto e nel 1996 fonda Riedizioni, brand che basa la sua idea sull’utilizzo di due materiali opposti: i tessuti e la plastica. Nascono così borse, tovaglie, accessori d’abbigliamento raffinati e originali. Su commissione realizza pezzi personalizzati.

> www.riedizioni.com

MAGENTA

Galleria Ro

In un ex cravatteria uno spazio dedicato alla cultura del design. Ambienti di grande fascino affacciati su un giardino interno. Guidato da Rossana Orlandi è anche sede di Guiltness Plastic, progetto curato da Rossana e la figlia Nicoletta per il recupero degli scarti di plastica. Da non perdere. > www.rossanaorlandi.com

Presi per la gola

I loro marron glacés sono i più buoni della città, ma la fabbrica di dolciumi Giovanni Galli prepara anche impareggiabili boeri, praline di cioccolato e pasta di mandorla. Il negozio di corso di Porta Romana conserva ancora il bancone in legno della prima bottega. Tutto è preparato a mano come una volta. Una tradizione familiare iniziata nel 1911. > www.giovannigalli.com

Panini gourmet

De Santis è una vera istituzione. Dal 1964 nei 13 metri quadri si preparano generosi panini. Più di 200 le ricette proposte. Il successo ha portato ad aprire altri locali: all’ultimo piano de la Rinascente e in via Cesare Battisti a due passi dal tribunale. > www.paninidesantis.it

Solo pizza

Solo tredici tavoli per Meucci locale a due passi dal Teatro Dal Verme. Non è l’ambiente ad attirare il pubblico, ma gli amanti della pizza di piccole dimensioni, sottile e ben cotta. Personale cortese e prezzi contenuti. > Via San Giovanni sul Muro, 18 tel. 02 86450526

Le origini del progetto

Un indirizzo per gli amanti della storia del disegno industriale. Il vasto patrimonio conservato è composto dall’Archivio storico del Design, dal Fondo della Danese (dal 1957 al 1991) e dalle Collezioni d’arte con un’ampia raccolta di opere di Bruno Munari (dal 1927 al 1996). > www.fondazionevodozdanese.org

Fondazione Portaluppi

In un edificio degli anni Trenta progettato da Portaluppi ha sede la fondazione dove un tempo c’era lo studio dell’architetto milanese. In due ampie sale restaurate a regola d’arte si organizzano mostre e convegni. L’ampia biblioteca e l’archivio completo di mobili, oggetti, filmati e fotografie sono a disposizioni per studi e ricerche. > www.portaluppi.org

Il mondo della classica

Il punto di riferimento per la musica classica in città. Spartiti, LP, CD e DVD coprono il meglio della produzione musicale. Fornito anche il catalogo delle Edizioni Discantica. > www.discantica.it > www.bottiglieriabulloni.it

Il Trompe l’oeil di Bramante

Nella piccola chiesa di Santa Maria presso San Satiro vicino al Duomo è conservato un vero tesoro rinascimentale: il finto coro bramantesco, un capolavoro illusionista. Da non perdere! > Via Torino 17

La Ca’ Granda

Il progetto è attribuito al Filarete che nel 1457 iniziò la costruzione del grande ospedale milanese. Completati i lavori nel Seicento, oggi il cortile di forma quadrata e dimensioni imponenti è parte dell’Università Statale della città. Merita una visita. > www.unimi.it/it

Pasticcerie alla moda

Tra le più antiche pasticcerie della città con la passione per l'eccellenza tramandata da generazioni. Marchesi offre dolci e praline come un tempo oltre a gustosi piatti salati. Ha aperto due nuove sedi: in via Montenapoleone 9 e in Galleria Vittorio Emanuele II grazie alla recente acquisizione di Prada Group. > www.pasticceriamarchesi.com

Franco Albini

La fondazione è nata per divulgare un modo di progettare “onesto ed etico” nella sede originale dello studio di Franco Albini e Franca Helg. In via Telesio 13, sono conservati circa 22.000 disegni, l’archivio fotografico più di 6.000 foto d’epoca e 2.500 diapositive, oltre a modelli, scritti, lettere, relazioni tecniche, libri e riviste appartenute alla biblioteca di studio. > www.francoalbini.com

A tutta ceramica

Un laboratorio, una galleria, una casa editrice e un premio biennale. Tutto dedicato al mondo della ceramica contemporanea. Tra arte e design promuove più di 20 artisti internazionali in Italia e all’estero. > www.officinesaffi.com

NOLO

Il rione

Uno dei primi mercati coperti della città, costruito nel 1933 con una volta razionalista che ricorda le grandi stazioni ferroviarie del XIX secolo. Oggi, come ieri, ospita diversi banchi alimentari, un ristorante pugliese e un piccolo bar. Cuore pulsante del vivace quartiere Nolo. Viale Monza, 54

Gusto peruviano

El Chorrillano serve la cucina del paese delle Ande migliore della città. Si spazia da chevice freschissime al Tiradito di quattro colori, piatto tipico a base di pesce crudo, peperoncino giallo e rocoto. Da non perdere il Pisco Sour, il cocktail di benvenuto. Non mancano accompagnamenti latino-americani durante la cena. Via Ferrante Aporti, 28 Tel. 02/2847802

La Salumeria del Design

Il primo bar – progetteria di Milano. Da una parte si fa Graphic Design e comunicazione, dall’altra si servono aperitivi con snack a base di salumi. Musica dal vivo. > www.salumeriadeldesign.com

Scoperte gustose

La passione per il caffè e per il vino fondendosi creano la Caffineria. La mattina si servono croissant e caffè fumanti mentre si lavora al computer, la sera una selezione di vini indipendenti lasciano scoprire nuovi orizzonti. La chitarra è appesa ai muri per chi volesse intrattenere il pubblico. > www.caffineria-milano.it

La Milano che sale in 12 architetture

La Triennale di Milano di Giovanni Muzio — 1931/33 Viale Alemagna 6

Bosco Verticale di Stefano Boeri, Gianandrea Barreca e Giovanni La Varra — 2014 Torre De Castillia

Università Bocconi di Giuseppe Pagano — 1936/42 Via Sarfatti 25

Campus Università Bocconi di Studio SANAA — 2019 Via Castelbarco 27

Grattacielo Pirelli o Pirellone di Gio Ponti — 1960 Via Fabio Filzi 22 – Piazzale Duca d’Aosta 5-7a

Casa Rustici di Pietro Lingeri e Giuseppe Terragni 1933/35, Corso Sempione 36

Fondazione Feltrinelli di Herzog&DeMeuron — 2016 Viale Pasubio e viale Crispi

Palazzo INA di Piero Bottoni — 1953/58 Corso Sempione 33

Torre Prada di Rem Koolhaas — 2018 Viale Isarco 2

Torre Velasca di BBPR — 1961 Piazza Velasca 5

Palazzo Lombardia di Pei Cobb Freed & Partners, Caputo Partnership, SDPartners — 2010 Piazza Città di Lombardia

Nuova Bocconi di Grafton Architects — 2008 viale Guglielmo Röntgen 1

Sculture da indossare

I suoi gioielli, principalmente in bronzo e ispirati alla natura, sono piccole sculture componibili. La collezione più famosa, Pistilli, ha la sua massima espressività negli anelli. Ma la creatività di Monica Castiglioni non si ferma mai e si esprime anche attraverso la fotografia. Vive tra Milano e New York. > www.monicacastiglioni.com

ISOLA

Pezzi unici

Algranti Lab lavora principalmente su commissione con tanti livelli di personalizzazione. Utilizza materiali riciclati, come ferro e legno che rendono unico ogni pezzo. Tavoli, armadi, cucine, librerie nascono in questo laboratorio da scoprire. > www.algrantilab.it

Come al bazaar

L’African Oriental Craft nasce a Milano nel 1965 e rappresenta il fulcro della comunità eritrea milanese. Luogo d’incontro e di lavoro sta tra i suli islamici ai bazaar mediorientali. Vendita all’ingrosso e al dettaglio di artigianato etnico con particolare attenzione alle aree africana e orientale. > www.aoc34.it

Soprattutto Jazz

Il club, la musica, il ristornate. È il Blue Note. Considerato una delle mecche della musica jazz è famoso nel modo per le molteplici sedi (mitica quella di New York). Ospita circa 350 spettacoli all'anno e la programmazione settimanale dal martedì alla domenica propone due concerti al giorno. > www.bluenotemilano.com

PAOLO SARPI

Sculture eterne

17 itinerari consigliati, una mappa per orientarsi e possibili prenotazioni per visite guidate. Un vero e proprio museo a cielo aperto. Per l'altissimo valore artistico delle sculture e delle architetture presenti al suo interno, il Cimitero Monumentale è tra i più importanti d'Italia e d’Europa. > monumentale.comune.milano.it

L’eleganza del progetto

Luisa delle Piane dirige la galleria omonima da 1994 con una sapiente ricerca nell’ambito delle arti decorative e del design del ’900 e contemporaneo. Cura edizioni e pezzi d’arredo in esclusiva. Il garbo e l’eleganza della padrona di casa danno un’impronta unica a questo luogo speciale. Da frequentare. > www.gallerialuisadellepiane.it

Street food cinese

Chiunque passi davanti alla Ravioleria Sarpi può vedere la preparazione rigorosamente fatta a mano dei ravioli cinesi da cuocere al vapore. Il ripieno di carne viene dalla vicina Macelleria Sirtori, un must della città. Via Paolo Sarpi, 27

Il vino e le poesie

Le Cantine Isola è un luogo dove trovare bottiglie economiche e di qualità per un consumo quotidiano intelligente. Non mancano etichette più ricercate. Al banco si servono stuzzichini sfiziosi per accompagnare calici alla mescita. Ogni martedì sera si leggono poesie anche in milanese. > www.cantineisola.com

BRERA

Un orto in città

Giardino storico voluto da Maria Teresa d’Austria, l’orto botanico di Brera conserva ancora il suo impianto originario. Qui sono conservati alberi secolari come i famosi Ginkgo biloba. Merita una passeggiata in primavera. > www.ortibotanici.unimi.it/en/

Architectural drawings

Antonia Jannone has been selecting the works of national and international designers since 1977. Over the years, she has extended her interests to scenography and design. In 2019 she opened a second gallery in Pietrasanta, Lucca. > www.antoniajannone.it

Il mondo delle due ruote

Dal 1900 è l’indirizzo di riferimento per gli appassionati di biciclette da acquistare e riparare. Nel negozio Rossignoli di corso Garibaldi è anche possibile noleggiare city bike. > www.rossignoli.it

Il dopo teatro

Un piccolo bancone all’ingresso dove bere un bicchiere mentre preparano il tavolo. Un unico ambiente con boiserie dove assaggiare specialità regionali e lombarde. Solo per gli habitué della Libera c’è il tavolo davanti alla cucina. Ottimi gli spaghetti al pomodoro e la cotoletta. > www.lalibera.it

Cappelli d’artista

I cappelli raccontano molto della personalità di chi li indossa. La designer italo – belga Genevier Xhaet lo sa bene. Flapper, brand delle sue creazioni, soddisfa gusti molto diversi e combina sapientemente funzionalità ed estetica sperimentando anche tessuti innovativi. Tutto nel rispetto dei valori artigianali del made in Italy. > www.flapper.it

La cura dei dettagli

La prima collezione del 2006 è nata come regalo alla moglie: creare un guardaroba femminile indispensabile fatto di un un cappotto, una giacca peacoat e quattro maglioni. Lo showroom di Massimo Alba è arredato come una casa. Altissima la qualità dei materiali. Eleganza sobria e raffinata anche per l'abbigliamento uomo. > www.massimoalba.com

Il bar degli artisti

Parlare del Jamaica è parlare della storia di Brera, della Milano degli anni ’50 e ’60, dell’arte italiana del secolo scorso. Qui è nato il quartiere come lo conosciamo: vivace ed eterogeneo. Ci sono passati tutti: da Lucio Fontana a Piero Manzoni, da Ugo Mulas a Gualtiero Marchesi, da Ungaretti a Quasimodo. > www.jamaicabar.it

BAM La biblioteca degli alberi

Disegnati dallo studio olandese Inside Outside|Petra Blaisse i 10 ettari del giovane parco (inaugurazione 2018) offrono una collezione botanica ricercata. Il percorso verde rientra nella riqualificazione dell’area di Porta Nuova. Belli gli arredi e le aree giochi. Gestito da Coima.

> www.bam.milano.it

P.TA VENEZIA + CITTA STUDI + CENTRALE

La balera come una volta

L’atmosfera è quella