I tetti di hotel e palazzi metropolitani si stanno popolando di orti e arnie biologiche. L’ONU ha indicato il 20 maggio come giornata mondiale delle api e anche artisti e designer sono scesi in difesa dell’insecto sapiens. Patrimonio naturale del Pianeta, oltre a produrre doni preziosi, le api sono un modello organizzativo da studiare e proteggere. Perché il loro declino colpisce tutta l’umanità

NEFERTITI DI CERA

Dopo aver realizzato un modello 3D del busto, l’artista sloveno con sede a Rotterdam, Tomáš Libertíny, ha messo a disposizione "l’impalcatura" lasciando che ben 60.000 api costruissero i loro favi proprio su di esso. È nato un capolavoro, esempio di collaborazione tra l’uomo e la natura.

> http://www.tomaslibertiny.com/


This video has been disabled until you accept marketing cookies.Manage your preferences here or directly accept targeting cookies


HONEYLAND

Due Oscar per l’opera prima dei documentaristi Tamara Kotevska e Ljubomir Stefanov. Pensato come un lavoro di interesse ambientale su un remoto villaggio macedone, il film parla del delicato equilibrio tra uomo e natura e delle conseguenze provocate, con un effetto domino, dall’avidità umana e dallo sfruttamento delle risorse naturali. Nella foto, Lì Hatidze, apicoltrice, protagonista della pellicola.

API SUI TETTI

La nuova frontiera dell’apicoltura urbana sta conquistando gli hotel stellati di tutto il mondo. Così, sui tetti del Waldorf Astoria di NY e del Mandarin di Parigi, orti e arnie la fanno da padroni. Segno di un cambiamento di vedute e di una più ampia apertura verso la sostenibilità. Un esempio da copiare.

ALVEARI D’ARCHITTETTO

Si sono ispirati alla geometria spontanea dei nidi d’ape i progettisti dello studio di architettura norvegese Snøhetta per disegnare i nuovi alveari che svettano a Mathallen, sul tetto della Dansens Hus, nel quartiere gastronomico di Oslo. Una soluzione pensata e creata con diverse partnership per portare le api in città e sensibilizzare il pubblico al problema globale della diminuzione di alveari e api.

> snohetta.com

It took two years of work and the collaboration of 60,000 bees to create Eternity (a.k.a. Nefertity), a spectacular wax work that represents a 3D bust of Nefertiti, an Egyptian queen who lived in 1345 BC. With this work, Tomáš Libertíny, a Rotterdam-based Slovenian artist, wanted to make the bond with Mother Nature more tangible and transcendent.

IL RIFUGIO

Un progetto pensato per api solitarie, che abitualmente cercano riparo nelle buche, nei tronchi o nelle crepe dei muri. Prediletti dalle api tagliafoglie, carpentiere e muratrici, questi ripari artificiali sono composti da moduli in legno indicati per la nidificazione. Lo firma Gabriel Carvallo, dello studio MaliArts.

> refugiobees.com

REGINA APIUM

Già presenti nello stemma di famiglia, sulla facciata e all’interno della chiesa di Santa Rosalia, cappella privata di famiglia, le api di Palazzo Barberini a Roma sono oggi operose nell’omonimo giardino. Dallo scorso giugno, 150 mila esemplari stanno infatti lavorando grazie al progetto Regina Apium, voluto dal FAI e dalla Federazione apicoltori italiani. Il patrimonio culturale si estende anche a quello dell’ecosistema. Le arnie saranno curate dai monaci dell’Abbazia di San Paolo fuori le Mura.

> www.fondoambiente.it

CANDELE IN PUREZZA

La cera d'api 100% è a combustione lenta e non inquina. Dal 2017 Alysia Mazzella studia e produce candele dal colore del polline e dal profumo floreale vibrante. Ipoallergeniche ed efficaci nella purificazione dell'aria a livello molecolare, le candele in cera d’api emettono ioni negativi che neutralizzano gli ioni positivi (allergeni presenti nell'aria come polvere, peli, polline, fumo).

> www.alysiamazzella.com

HONEY FACTORY

Un’arnia urbana disegnata da Francesco Faccin per essere osservata anche dai bambini. È stata presentata nel 2015 durante il Salone del Mobile ed è posizionata nel giardino della Triennale di Milano. Una micro-architettura che fa ancora parlare di sé.

> francescofaccin.it


This video has been disabled until you accept marketing cookies.Manage your preferences here or directly accept targeting cookies


UN’ALTRA BIBBIA

Scritto da Philip Et Al Mccabe nel 2010, questa guida è una vera bibbia per l’apicoltore. In parte libro di storia, in parte manuale e in parte ricettario, Beeskeeper’s bible è completamente illustrato con fotografie e incisioni. Da leggere dall’inizio alla fine. Pubblicato da Collins (UK).

MIELE DA GOURMET

Estratto da una cava a 3000 metri sopra il livello del mare, Centauri Cave Antique è un miele uniflorale di 25 anni e proviene da una colonia di api non più attiva dal 1994. Dal colore molto scuro, ha sapore di rocce. Ancora estremamente ricco di fenoli, antiossidanti e flavonoidi, è un vero elisir di lunga vita, con tanto di attestati medici. Attenzione però: 800 grammi valgono 175.000 euro!

> www.centaurihoney.com

Piccoli accorgimenti per la salvaguardia delle api


01

PIANTARE PIANTE AUTOCTONE CHE FIORISCONO IN DIVERSI PERIODI DELL'ANNO

02

ACQUISTARE MIELE GREZZO DA COLTIVATORI LOCALI ECOSOSTENIBILI

03

EVITARE PESTICIDI, FUNGICIDI O ERBICIDI NEI GIARDINI

04

PROTEGGERE LE COLONIE DI API SELVATICHE QUANDO POSSIBILE

05

SPONSORIZZARE UN ALVEARE

06

LASCIARE UNA CIOTOLA D'ACQUA ALL'ESTERNO: LE API PREDILIGONO L’ACQUA STAGNANTE

07

AIUTARE A SOSTENERE GLI ECOSISTEMI FORESTALI

08

AUMENTARE LA CONSAPEVOLEZZA INTORNO A NOI CONDIVIDENDO QUESTE INFORMAZIONI ALL'INTERNO DELLE NOSTRE COMUNITÀ E RETI: IL DECLINO DELLE API COLPISCE TUTTI NOI!

IDEAL STANDARD TIPO-Z

Design: Ludovica + Roberto Palomba

Illustrazioni: Chiara Ghigliazza